Robotica e autismo, iCub e gli altri robot per le terapie

robotica-e-autismo-icub

Robotica e autismo: in futuro i robot potrebbero essere parte integrante delle terapie per l’autismo nei bambini. Attualmente siamo ancora nella fase della sperimentazione, con un numero crescente di automi e software pensati per aiutare i piccoli affetti da questo disturbo. I test e il tempo ci diranno se una terapia robotica possa essere più efficace di una terapia tradizionale.

Robotica e autismo, al Gaslini si lavora con iCub

Tra i centri e le strutture sanitarie nelle quali si testerà l’utilità della robotica nella lotta contro l’autismo nei bambini c’è l’Ospedale Gaslini di Genova. Il protagonista delle terapie robotiche contro l’autismo sarà iCub, il robot bambino dell’Istituto Italiano di Tecnologia.

iCub, nonostante abbia le sembianze di un bambino di cinque anni, è uno dei robot umanoidi più avanzati. Non è un caso che questo social robot venga studiato in molti centri di ricerca di tutto il mondo così come non è un caso che sia stato scelto per la sperimentazione del Gaslini.

Questo umanoide interagisce con noi, grazie allo sguardo e alle espressioni del viso. Il suo corpo è ricoperto da pelle artificiale che consente a questo androide di avere la percezione del contatto fisico e degli oggetti che lo circondano, proprio come una specie di tatto umano.

Robotica e autismo: perché può essere utile un robot come iCub

Il Gaslini è solo uno dei centri dove si sperimenta l’uso dei robot nelle terapie contro l’autismo nei bambini, terapie che sfruttano la naturale propensione dei bambini a interagire con i robot.

iCub sarà una sorta di partner del terapista. Come hanno spiegato i ricercatori dell’Istituto Italiano di Tecnologia, l’obiettivo non è quello di isolare ulteriormente il bambino all’interno di un rapporto fra lui e il robot ma di lavorare perché cominci ad aprirsi al rapporto con i suoi simili umani. Il robot in questo caso diventa un tramite fra il piccolo paziente e il terapista. Se ciò avverrà la scommessa sarà vinta.

Robotica e autismo, non solo iCub

Oltre ad iCub altri robot potrebbero essere utilizzati in futuro stabilmente per le terapie contro l’autismo nei bambini. Tra questi ci sono Nao robotBuddy robot, o prodotti specifici come la palla robot Leka, progettata pensando proprio all’autismo. Nel caso di Nao, esiste un software specifico, che si chiama Ask Nao (acronimo di Autism Solution for Kids) pensato proprio per l’autismo. Nel caso del robot Buddy, il software si chiama invece Buddy Special Needs ed è stato progettato per aiutare i bambini autistici a diventare più autonomi.

 

Di robotica e autismo puoi leggere anche nei nostri articoli:

Robot per bambini autistici, ecco i modelli disponibili

Robot e autismo nei bambini. La sfida di Behaviour Labs

EduRob: disturbi cognitivi nei bambini, la “cura” è un robot

Zeno robot, il social robot per curare l’autismo

Leka, palla robot contro l’autismo

Robotica per bambini, cos’è e perché sta diventando importante

 

Se invece vuoi saperne di più su iCub trovi altre informazioni nei post: 

iCub, robot italiano intelligente. Prezzo e dettagli tecnici

R1, robot domestico e personal robot umanoide italiano