Avvocato robot, l’intelligenza artificiale entra negli studi legali

avvocato-robot

Con l’avvocato robot l’intelligenza artificiale entra anche negli studi legali. Non parliamo di un robot, di un androide, ma di un software che può semplificare la vita agli avvocati, liberandoli di quella parte di lavoro ripetitivo e noioso che ha rallentato finora l’attività degli studi.

L’avvocato robot può assistere i colleghi umani nelle lunghe e noiose ricerche di leggi e giurisprudenza o per esempio nella revisione dei contratti.

Ross aiuta gli avvocati nelle ricerche

robot-avvocatoQuando si parla di robot, la prima cosa che viene in mente è l’immagine di un umanoide, uno dei tanti abbiamo visto nei film sui robot. Nel caso dell’avvocato robot non parliamo di automi ma di una forma di intelligenza artificiale, di un software. Parliamo di un assistente virtuale capace di semplificare la vita.

Ross è l’avvocato robot che semplifica le ricerche di leggi e giurisprudenza. Si basa su Watson, il software di IBM capace di comprendere il linguaggio umano (lo stesso che viene utilizzato per il robot Pepper), e può essere utilizzato negli studi legali per semplificare e accelerare proprio la fase delle ricerche, spesso lunga e noiosa, affidata ai praticanti e agli avvocati alle prime armi.

Ross oltre a fare le ricerche per i singoli casi è capace di fare collegamenti logici e proporre soluzioni ad hoc che aiutano l’avvocato a interpretare il caso e ad agire di conseguenza.

Il sito ufficiale di Ross

Kira, l’avvocato robot esperto in contratti

Ross non è l’unico avvocato robot. Per gli studi legali che si occupano di contrattualistica c’è Kira, una forma di intelligenza artificiale capace di abbreviare i tempi legati alle analisi di centinaia di pagine di contratti.

Kira analizza i contratti, ne estrapola le parti più importanti per lo studio legale, ne individua le clausole più rilevanti. Questo avvocato robot è capace di analizzare i documenti in base alla presenza o all’assenza di clausole specifiche e può estendere ricerche e analisi anche a contratti scritti in diverse lingue.

Il sito ufficiale di Kira, dove è possibile avere ulteriori informazioni e chiedere una demo.

DoNotPay ha contestato 160 mila multe

DoNotPay è invece un avvocato robot che è riuscito a contestare 160 mila multe per parcheggio irregolare su 250 mila casi presi in esame a New York e Londra in 21 mesi. Il dato è stato reso noto dal suo ideatore, il 19enne Joshua Browder.

L’avvocato robot e gli altri algoritmi che cambieranno le professioni

L’avvocato robot è solo una delle professioni interessate dalla rivoluzione che l’intelligenza artificiale sta portando nelle nostre vite. Per il momento gli algoritmi non sostituiranno i legali in carne e ossa, anzi li aiuteranno a fare meglio il lavoro e a concentrarsi sui passaggi più importanti. Non sappiamo però cosa accadrà nei prossimi vent’anni e quali saranno le conseguenze reali della rivoluzione robotica.

Lo stesso sta avvenendo in altre professioni. Il robot giornalista non sta sostituendo i cronisti (almeno non lo farà sicuramente nei prossimi cinque anni) ma in alcune redazioni già adesso si sta occupando della parte di lavoro più ripetitiva.

Ai call center presto potrebbero non rispondere più persone ma chatbot. Nell’industria gli operai presto saranno affiancati dai cobot, i robot collaborativi. Non è un caso dunque se il parlamento europeo recentemente ha chiesto una legge sui robot.

 

Sui temi legati all’intelligenza artificiale puoi leggere anche:

Deep Learning e reti neurali artificiali. Così i robot sfidano l’uomo

 

Abbiamo parlato di questi temi anche negli articoli:

I robot ci ruberanno il lavoro? Lo sapremo presto

Lavoro del futuro. Ecco come sarà

Se il vigile del fuoco è un robot…

Pepper Robot commesso di negozio

Relay, il robot maggiordomo è servito

Robot chef: MK1 cucina per voi, mettetelo alla prova…

Walk-Man, robot umanoide specializzato in emergenze

Robot muratore: il lavoro pesante lo farà lui?

Robot cowboy: Swagbot tiene d’occhio i pascoli e il bestiame

Robot poliziotto: così veglia sulla tua sicurezza

Amelia robot, segretaria instancabile con un cervello artificiale