UAV, Unmanned Aerial Vehicle: cosa sono e a cosa servono

uav-unmanned-aerial-vehicle

UAV, Unmanned Aerial Vehicle, ovvero aeromobili a pilotaggio remoto. Parliamo dei droni, velivoli senza pilota a bordo, e si stanno diffondendo in maniera esponenziale. Dai droni giocattolo ai droni militari, a quelli che trovano applicazione in numerosi settori professionali.

UAV e archeologia, Unmanned Aerial Vehicle per conservare la memoria

Utilizzare gli UAV, Unmanned Aerial Vehicle può aiutare a conservare almeno la memoria. È quello che conta di fare un pool di archeologi di fronte alla furia distruttiva del terrorismo dell’Isis. Grazie ai droni saranno fotografati monumenti, siti e reperti archeologici in aeree a rischio del mondo, come la Siria, lo Yemen o il Libano. Le immagini saranno inviate poi a un archivio in Europa, e utilizzate per realizzare delle copie con stampandi 3D. L’iniziativa è stata promossa dall’Institute for Digital Archeology in collaborazione con l’Unesco.

La fotografia aerea ma anche le riprese aeree sono tra i compiti più diffusi tra quelli demandati agli UAV. Gli Unmanned Aerial Vehicle vengono utilizzati per il giornalismo, la pubblicità, la mappatura del territorio. Ma anche in agricoltura.

UAV per un’agricoltura più efficiente

Anche in agricoltura l’impiego di Unmanned Aerial Vehicle può rivelarsi prezioso. Gli UAV possono consentire di sfruttare al meglio i terreni e dunque incrementare i raccolti. gestire al meglio le risorse idriche, pianificare in maniera ottimale l’uso dei fertilizzanti. Dare vita insomma a quella che viene definita come precision farming, l’agricoltura di precisione.

UAV da combattimento, ecco i droni militari italiani

Minimizzare le perdite, massimizzare il risultato. Quando gli Stati Uniti entrarono in Iraq, nel 2003, avevano a loro disposizione solo qualche UAV. L’uso degli Unmanned Aerial Vehicle adesso è invece la regola, soprattutto nei raid antiterrorismo. Sono un centinaio i paesi che detengono droni militari. Ad Amendola, in provincia di Foggia, ha sede il Gruppo Velivoli Teleguidati della nostra Aeronautica Militare.  L’italiana Piaggio Aerospace produce invece il P.1HH HammerHead, un drone progettato per missioni di sorveglianza e ricognizione. l’HammerHead è un UAV capace di volare per sedici ore ininterrottamente a una quota che può raggiungere i 13.700 metri.

Abbiamo parlato di UAV, Unmanned Aerial Vehicle, anche in questi articoli:

Droni militari, il nemico è invisibile

Piaggio P1HH Hammerhead, il drone militare italiano

Robot da combattimento e droni militari, ecco la guerra del futuro

Robot da guerra e cyborg: il futuro delle guerre è la robotica militare

Robot killer, ecco cosa sono e perché dobbiamo temerli