Treni del futuro, come saranno?

treni-del-futuro

Treni del futuro: come saranno? In questo articolo cercheremo di capire quale futuro ci aspetta nel trasporto su binari. E In molti casi ti accorgerai che quello che crediamo futuro è già realtà in molte parti del mondo.

Treni del futuro, idee e progetti

Treni superveloci e sottovuoto, treni con batterie al sale oppure a levitazione magnetica. Un giorno non troppo lontano potrai prendere un treno che viaggia in tubi d’acciaio. I treni del futuro saranno sempre più rapidi e sempre più amici dell’ambiente. Gioielli ad alta tecnologia che avvicineranno distanze siderali utilizzando materiali di ultimissima generazione. Nel massimo rispetto della sicurezza.

Hyperloop One, il treno supersonico che viaggia in un tubo

Quando Elon Musk, patron di Tesla Motors e Space X, cominciò a ipotizzare treni del futuro a levitazione magnetica, capaci di correre sulle rotaie senza mai toccarle, sfrecciando a 1.100 km/h all’interno di un tubo, in pochi gli credettero. Un treno per intenderci capace di collegare Los Angeles a San Francisco in mezz’ora. Attualmente di ore ne servono sei.

A supportare le idee futuristiche del magnate sudafricano ci ha pensato la start up californiana Hyperloop One; così il progetto, passo dopo passo, e grazie a investimenti ingenti (80 milioni di dollari), ha iniziato a prendere corpo. Nel deserto del Nevada è andato in scena il primo test, con un prototipo che ha subito un’accelerazione di 116 miglia orarie in 1”9 prima di chiudere la sua corsa su una montagna di sabbia. Un breve esperimento per un treno del futuro che potrebbe nascere nei prossimi anni. Va però risolto un problema fondamentale: il corpo umano potrà resistere a accelerazioni e decelerazioni come queste?

Treni del futuro: i treni Maglev sono realtà in Asia

I treni del futuro che sfruttano la tecnologia Maglev (quella che consente di levitare sui binari senza mai toccarli), dopo decenni di studi sono molto più che una ipotesi in Giappone, Cina e Corea. Il record di velocità per un convoglio terrestre, anche se su una linea sperimentale, spetta al Giappone, con il JR-Maglev che ha toccato per 11 secondi i 603 km/h nella prefettura di Yamanashi, vicino al Monte Fuji.

treni-del-futuro_

 

Quello che per l’Italia potrebbe essere futuro in altre parti del mondo è già presente. Sempre in Giappone si chiama Linimo un  treno a velocità non altissima (raggiunge i 100 chilometri orari) che copre una distanza di nove chilometri. È un treno a levitazione magnetica che non ha bisogno di macchinisti. Sì proprio così, un treno a guida autonoma, proprio come accade per le driverless car.

 

 

treni-del-futuro

Dal Giappone alla Cina: lo Shanghai Transrapid collega ormai da molti anni la città di Shanghai con l’aeroporto internazionale. Trenta chilometri tutti d’un fiato su un treno anche questo a levitazione magnetica. La velocità massima raggiunta però qui è di 501 km/h. In Corea, l’Incheon è un treno simile al Linimo, Quindi tecnologia Maglev ma velocità anche in questo caso non elevatissima.

 

 

I treni del futuro un giorno utilizzeranno anche batterie al sale e probabilmente saranno tutti driverless. A bordo il collegamento Internet sarà normalità e l’esperienza di viaggio probabilmente sarà migliorata dalla realtà aumentata o dalla realtà virtuale. L’obiettivo è quello di rendere il viaggio piacevole e magari anche rilassante. A prescindere dalla forma che avranno i treni e dalla tecnologia sulla quale si baseranno

 

Potresti essere interessato anche agli articoli:

Aerei del futuro: saranno ipersonici e green

Città del futuro, ecco come saranno

La casa del futuro: dal robot che cucina allo specchio intelligente

Robot del futuro, ecco come saranno

Robot positronici, saranno gli automi del futuro?

Lavoro del futuro. Ecco come sarà

Robot militari, così combatteranno nel futuro

Robot da guerra e cyborg: il futuro delle guerre è la robotica militare

Robot da combattimento e droni militari, ecco la guerra del futuro