Robot, guida a tutti i modelli già in circolazione

robot-modelli

Robot umanoidi, domestici, social robot, robot aspirapolvere, da cucina, da combattimento e subacquei, animali robot, robot da compagnia, robot indossabili, cobot. E potremmo ancora continuare. La scelta non manca e in futuro sarà sempre più ampia. Facciamo il punto sui modelli in circolazione, dei quali abbiamo già parlato in numerosi articoli di questo blog.

Robot umanoidi 

robot-modelliSono quelli che insieme agli animali robot riscuotono maggiore curiosità ma anche simpatia. La robotica umanoide sta compiendo enormi passi avanti in questi anni. Ci regala macchine sempre più simili a noi, capaci anche di apprendere dall’esperienza, come ad esempio iCub, il robot bambino dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, o Asimo, robot umanoide che corre e batte i calci di rigore.  iCub e Asimo sono piattaforme robotiche. Avanzate, certo, ma su di esse si sta ancora sperimentando e testando. Nei prossimi anni macchine intelligenti come loro vivranno fianco a fianco con noi: lavoreranno con noi e per noi, in scenari particolarmente difficili come le aree di emergenza – terremoti, alluvioni, incendi – ma anche nelle nostre case, nelle nostre famiglie e ci daranno una mano nella vita di tutti i giorni e ci terranno compagnia.

Per approfondire questi temi: Robotica umanoide: cos’è e a che punto è la ricerca  e Robot umanoide: cos’è, come funziona e prezzo

Robot domestici

Nelle case, fianco a fianco con gli amici umani: qualcuno di loro c’è già. Robot Pepper, per esempio. Migliaia gli esemplari già venduti in Giappone. Ma quando si parla di robot domestici si parla anche e non solo di umanoidi. Un esempio? Buddy robot e Jibo robot. Sono quelli che qualcuno chiama social robot. Macchine pensate per stare in famiglia e condividere con bambini e adulti una serie di compiti: svegliarvi la mattina, suggerirvi una ricetta, ricordarvi una scadenza, integrarsi con i sistemi domotici della vostra abitazione e sorvegliarla quando non siete in casa. Buddy e Jibo costano poco più di uno smartphone di ultima generazione. Al momento le aziende che li producono stanno lavorando per consegnare gli esemplari a chi nei mesi scorsi li ha già prenotati sulle piattaforme di crowdfunding, dove hanno riscosso un buon successo.

Se vuoi sull’argomento puoi anche leggere: Jibo e Buddy, due (social) robot che costano meno di 1000 euro

Robot da cucina e robot aspirapolvere

robot-modelliQuando si parlava di robot domestici prima dell’arrivo dei social robot o robot da compagnia si intendeva sostanzialmente macchine capaci di darci una mano in casa, capaci di svolgere un solo compito: era il caso dei robot da cucina e dei robot aspirapolvere. I primi si sono imposti da tempo nelle abitudini delle famiglie, i robot aspirapolvere più di recente, ma chi li ha provati non sa più farne a meno per tenere pulita casa. La veloce evoluzione della robotica ci lascia pensare tuttavia che già fra cinque-dieci anni questi nostri “partner” domestici ci appariranno come preistoria, un po’ come ci appare adesso le lucidatrici che le nostre nonne utilizzavano per pulire i pavimenti molti anni fa.

 

————–

Sui robot domestici e di come sta cambiando il significato di questa definizione puoi anche leggere:

Robot domestici, dagli aspirapolvere ai social robot

Robot da compagnia, quanto costano e dove comprarli

Social robot, siete pronti ad accoglierli?

————–

Animali robot

robot-modelliLa natura ispira la robotica. Di animali robot ce ne sono già  di tutti i tipi. Dagli insetti robot ai quadrupedi, cani e muli robot. A cosa servono? Sono giocattoli sempre più sofisticati ma anche mezzi e strumenti militari, non ancora da combattimento ma d’ausilio alle forze militari. Molti sono ancora solo prototipi e piattaforme di sviluppo ma l’obiettivo è quello di farne esemplari che possano trovare applicazione pratica nella vita di tutti i giorni. Tra questi c’è anche un pesce robot molto particolare, uno squalo di un metro e mezzo e 45 chili di peso che si fatica a distinguere da quelli veri, progettato per svolgere missioni di sorveglianza e ricognizione in acque nemiche. Sono solo alcuni impieghi della robotica bioispirata. Qualcuno pensa anche che in futuro al posto di animali domestici avremo gatti e cani robot. Sarà vero? Vedremo…

————–

Puoi approfondire questi argomenti anche con gli articoli: 

Robot militari, così combatteranno nel futuro

Robot da guerra e cyborg: il futuro delle guerre è la robotica militare

Robot Killer, cosa sono e perché dobbiamo temerli

————–

Esoscheletri, arti robot, robot indossabili

I robot non solo ci consentiranno di migliorare la nostra qualità di vita, di rendere le nostre abitazioni e i nostri territori più sicuri, di non essere mai soli. La ricerca robotica promette di sanare anche alcuni dei nostri deficit fisici che oggi non ci consentono di condurre una vita normale. Parliamo ovviamente dei robot indossabili: esoscheletri e arti robot per ridarci possibilità negateci da malattie o incidenti. Un esoscheletro per disabili, può realmente cambiare la vita di chi non cammina. Gli esoscheletri sono già utilizzati in molte strutture ospedaliere e recentemente è stato sperimentato con successo anche un esoscheletro per bambini

Accanto agli esoscheletri una speranza per chi ha perso l’uso delle gambe, delle braccia o delle mani viene dalle protesi robotiche: parliamo di mano robotica, gamba bionicache ci renderanno meno più simili a Cyborg e uomini bionici con possibilità finora inimmaginabili.

Insomma i robot già oggi stanno entrando a pieno titolo nella nostra vita e la stanno cambiando in meglio. Il futuro è già iniziato e oggi possiamo solo ipotizzare come sarà.

I Cobot, robot che lavorano nelle fabbriche

cobot-talos-robot-collaborativo-umanoideI Cobot sono robot industriali di nuova generazione, capaci di lavorare a fianco dei “colleghi” umani senza mettere a rischio la sicurezza di questi ultimi. Cobot sta per robot collaborativi. Significa che sono stati progettati per collaborare con noi e occuparsi di compiti ripetitivi, particolarmente difficili o pericolosi, o lavori da svolgere in posizioni scomode. I collaborative robots non devono essere necessariamente umanoidi e possono essere più o meno autonomi.

Parliamo di cobot anche negli articoli:

Robot collaborativi: i cobot lavorano con noi

Cobot, ecco Talos robot collaborativo umanoide

 

Sull’argomento puoi leggere anche:

Robot, significato e origine del termine

Automi, ecco cosa sono

Androide: cos’è e come funziona

Robot positronici, saranno gli automi del futuro?

Robot del futuro, ecco come saranno

Robot flessibile, una “rivoluzione” tutta italiana

Soft robot: morbidi e versatili, la robotica cambia “pelle”

Soft robot: ecco Octobot, il polpo robot soffice