Robot giornalista: ecco la macchina che “fabbrica” articoli

robot-giornalista

Un robot giornalista che si sobbarca da solo il lavoro di un’intera redazione non esiste ancora ma di sicuro una parte degli articoli che leggeremo in futuro saranno scritti da macchine intelligenti. Se si considerano infatti solo l’aspetto formale (ortografia e sintassi) e la velocità di esecuzione, quello del giornalista “rischia” davvero di diventare un lavoro a portata di robot. La robotica è già entrata, comunque, dentro le redazioni. Ecco dove e come.

Robot giornalista: con Wordsmith scritti un miliardo di articoli in un anno

Gli ingegneri informatici della compagnia americana Automated Insight hanno creato Wordsmith, un generatore automatico di contenuti che consente di ottenere in pochi clic dei veri e propri articoli giornalistici. Partendo da un insieme di dati o parole chiave che l’utente immette nella piattaforma, Wordsmith è in grado di produrre testi in inglese coerenti e credibili. Il software è stato lanciato ufficialmente nel 2016 e viene già utilizzato da giganti dell’informazione come Associated Press e Yahoo per la compilazione di report finanziari e notizie sportive. Già nel 2014, in versione beta, il robot giornalista di Automated Insight ha generato oltre un miliardo di contenuti con un team di soli 50 dipendenti “umani”. Nel 2016 è stato utilizzato dall’agenzia di stampa Associated Press per scrivere notizie riguardanti la Minor League Baseball, mentre il Washington Post ha messo al lavoro questo robot giornalista a Rio in occasione dei Giochi Olimpici. L’idea è quella di consentire ai giornalisti veri di concentrarsi sugli approfondimenti mentre l’intelligenza artificiale si occupa di statistiche, risultati, medaglieri, classifiche varie, lavori ripetitivi e spesso noiosi.

Robot giornalista: Dreamwriter, il reporter robot made in China

Notizie di economia e finanza sono la specialità anche di Dreamwriter, il robot giornalista della cinese Tencent che ha recentemente dato prova di grande efficienza scrivendo un testo di 916 ideogrammi in un minuto. Utilizzando algoritmi che ricercano dati e fonti online, Dreamwriter ha realizzato un articolo sulla variazione dell’indice dei prezzi al consumo in un dato mese dell’anno. Pubblicato sul portale qq.com, molti lettori non hanno notato alcuna differenza con un articolo “tradizionale”.

Il robot reporter di Buzzfeed

robot-giornalistaIn occasione della campagna elettorale di Donald Trump per la conquista della Casa Bianca, il sito Buzzfeed ha sperimentato BuzzBot un robot reporter che ha raccolto su Facebook Messenger punti di vista, sensazioni, ma anche foto e video dell’elettorato statunitense. Il robot giornalista di Buzzfeed in questo caso era un chatbot, un software capace di rispondere ai suoi interlocutori e raccogliere una serie di materiali utili da sottoporre poi al lavoro di analisi, rielaborazione e interpretazione di giornalisti “umani”. BuzzBot è frutto del lavoro del BuzzFeed Open Lab for Journalism, un laboratorio che a San Francisco si occupa proprio di progetti giornalistici innovativi.

Il robot giornalista sostituirà quelli veri?

Secondo Kristian Hammond, l’inventore di Quill, compilatore automatico di testi sviluppato dalla startup americana Narrative Science, entro il 2027 il 90% delle notizie sarà scritto da un computer. Una previsione a dir poco azzardata visto che il robot giornalista si è finora cimentato solo in settori – sport, finanza, meteo – che richiedono un approccio impersonale. Nel caso di Buzzfeed invece si è occupato di raccogliere materiali per un successivo utilizzo giornalistico vero e proprio.

Ferrato in argomenti dallo sviluppo prevedibile, basati su sequenze di dati e statistiche, al robot giornalista – per evidenti motivi – non è consentito finora andare oltre. Senso critico e creatività sono infatti doti che un robot non può (ancora) replicare. Giornalisti e aspiranti tali possono quindi tirare un sospiro di sollievo: almeno per il momento, la categoria non rischia l’estinzione.

Sui temi legati all’intelligenza artificiale puoi leggere anche:

Deep Learning e reti neurali artificiali. Così i robot sfidano l’uomo

 

Se vuoi saperne di più sui robot che lavorano per noi:

I robot ci ruberanno il lavoro? Lo sapremo presto

Lavoro del futuro. Ecco come sarà

Se il vigile del fuoco è un robot…

Pepper Robot commesso di negozio

Relay, il robot maggiordomo è servito

Robot chef: MK1 cucina per voi, mettetelo alla prova…

Walk-Man, robot umanoide specializzato in emergenze

Robot muratore: il lavoro pesante lo farà lui?

Robot cowboy: Swagbot tiene d’occhio i pascoli e il bestiame

Robot poliziotto: così veglia sulla tua sicurezza

Amelia robot, segretaria instancabile con un cervello artificiale