Origami robot, il mini robot che si costruisce da solo

origami_robot

Origami robot: costruire un robot con un foglio di carta? è possibile. Ci sono riusciti i ricercatori del Mit di Boston che hanno realizzato un micro robot che si auto genera in un minuto a contatto con una fonte di calore. Formato da strati di carta o polistirene che si piegano a una temperatura di 65 gradi, l’origami robot è un mini robot lungo poco meno di due centimetri, pesa un terzo di grammo e si muove a una velocità di quattro centimetri al secondo. All’interno di questo involucro robotico, una calamita e quattro mini bobine generano un campo magnetico che consente al robot origami di spostarsi avanti e indietro.

Origami robot, il prototipo è costato 100 dollari

L’origami robot del Mit di Boston è il primo dispositivo robotico con un ciclo di vita completo. Vederlo “nascere” è un po’ come assistere al dispiegamento di un fiore. Altrettanto suggestivo è il processo di deperimento: ad eccezione del magnete, può essere sciolto completamente nell’acetone.

Nonostante le dimensioni, l’origami robot è molto resistente e versatile: nuota, percorre terreni accidentati e trasporta il doppio del suo peso. Il materiale utilizzato per costruire il primo prototipo è costato solo cento dollari, ma già si pensa a una versione più avanzata con sensori di navigazione e in grado di dissolversi anche nell’acqua.

Origami robot, in ambito medico

origami-robotL’origami robot ha fatto il suo debutto ufficiale alla Conferenza internazionale di Robotica e Automazione di Seattle. Al termine della fase sperimentale potrà essere utilizzato in diversi settori. Prima di tutto in ambito medico, come vettore di farmaci da iniettare nel nostro corpo, oppure con compiti di ricerca e salvataggio in zone disastrate e inaccessibili all’uomo. Possibile anche un suo impiego in campo militare e spaziale per missioni di sorveglianza e ricognizione.

———————–

Per quanto riguarda l’ambito medico potrebbero interessarvi anche gli articoli:

Uomini robot, ecco come guariremo da tutte le malattie 

Pattuglie di nanobot per combattere il cancro e l’infarto

Nanorobotica, cos’è e come può rivoluzionare le nostre vite

———————–

 

Anche l’École Polytechnique Fédérale di Losanna sta lavorando a un robot origami basato sullo stesso principio di funzionamento. Si chiama Tribot, è alto due centimetri, pesa quattro grammi ed è in grado di strisciare e saltare sette volte la sua altezza. In futuro potrebbe essere utilizzato come robot soccorritore.

 

 

Potrebbe interessarti anche l’articolo:

Insetti robot piccoli e utili, lavorano per la nostra sicurezza