Nao robot portiere d’albergo all’Hilton

nao-robot-hilton

Nao robot, diventa portiere d’albergo, un concierge molto speciale che puoi incontrare negli Stati Uniti, negli hotel della catena Hilton. Nao per l’occasione ha anche cambiato nome. La versione che “lavora” nelle hall Hilton si chiama Connie, un nome scelto per ricordare il fondatore Conrad Hilton, ed è anche una versione più “intelligente” del robot umanoide creato da Aldebaran Robotics (l’azienda francese che produce anche Robot Pepper e Romeo Robot che dopo l’acquisizione da parte della società di telecomunicazioni giapponese Softbank si chiama Softbank Robotics).

Per robot Nao non è la prima volta alla reception di un albergo. Una delle sue prime “esperienze” l’ha fatta all’Henn na Hotel, un albergo che si trova all’interno di un parco divertimenti giapponese, nella prefettura di Sasebo. Puoi saperne di più leggendo il nostro articolo: Un hotel gestito da robot umanoidi

Nao robot grazie a IBM Watson adesso è più “intelligente”

La versione di Nao robot che lavora in albergo è dotato di una forma di intelligenza artificiale più evoluta rispetto alle versioni commerciali dell’umanoide. Questo è stato reso possibile grazie a un accordo tra Hilton e IBM. 

Connie non è semplicemente un robot Nao nel quale sono state installate le app per la sua attività in albergo. Il software Watson migliora la sua capacità di capire il linguaggio umano, così può comprendere meglio le domande che gli vengono poste e interagire meglio con i clienti dell’albergo. Connie può darti informazioni sull’hotel nel quale stai soggiornando ma anche fornirti una serie di utili indicazioni su centri di informazione turistica, ristoranti, collegandosi via Internet con la piattaforma di viaggi WayBlazer.

Ecco Nao-Connie al lavoro in un albergo Hilton.

Nao robot può sostituire dunque i colleghi umani mentre questi si dedicano alla registrazione dei clienti e a compiti di maggior rilievo e particolarmente impegnativi. Ma il ruolo di Connie potrebbe presto evolvere e arricchirsi di nuovi compiti come per esempio proprio la possibilità di fare in totale autonomia il check-in e il check out degli ospiti. D’altronde Nao non ha mai smesso di evolvere dal 2006, anno della sua nascita, e di arricchirsi di nuove funzionalità

Le strutture turistiche sono particolarmente attente ai progressi della robotica per migliorare l’organizzazione delle attività interne. Lo abbiamo visto anche quando abbiamo parlato del robot maggiordomo Relay capace di muoversi in totale libertà all’interno degli alberghi e servire i clienti, raggiungendoli nelle loro camere.

 

Ecco tutti gli articoli per approfondire la tua conoscenza di Nao robot:

Nao, tutte le informazioni che stai cercando su questo robot umanoide

Robot Nao, come funziona – Dettagli tecnici

Nao robot, prezzo e dettagli sul simpatico umanoide

Nao robot, il prof che insegna l’informatica

Choregraphe: cos’è e come funziona il software per programmare Nao e Pepper

Nao Challenge, cos’è e come partecipare