Lea robot, anziani meno soli e più autonomi

lea-robot-anziani

Lea robot è un robot per anziani progettato per rendere autonomo e meno solo chi non è più giovane. La sua forma è lontana da quella di un androide, non parliamo di un umanoide, come siamo stati abituati a immaginare e a vedere nei libri e nei film sui robot questi automi al servizio dell’uomo. Lea, con la sua forma singolare per un robotpromette di ridare agli anziani l’indipendenza che molti di loro hanno perso.

La robotica e gli anziani

La robotica al servizio dei bisogni degli anziani promette di dare un grande aiuto a risolvere i problemi di una società popolata da under sessanta e che lo sarà sempre di più nei prossimi anni. Con la vita che si allunga, gli anziani saranno i protagonisti delle società del futuro, un futuro nemmeno tanto lontano. È per questo che ogni soluzione tecnologica che possa aiutarci a risolvere i problemi di queste fascia di popolazione sarà la benvenuta. Lo sanno bene le aziende di robotica che hanno proprio negli anziani il loro target.

lea-robot-anziani_Tra queste aziende c’è anche Robot Care Systems, società olandese che come dice il nome ha come obiettivo principale proprio quello di realizzare robot per rendere gli anziani più indipendenti e attivi.

E questa è anche la missione di Lea robot, dove Lea sta per Lean Elderly Assistant,  un assistente personale robot per chi fatica a muoversi come vorrebbe. Guardando questo video ci si può fare una idea su come funziona Lea, personal assistant per la mobilità in casa di chi non è più giovanissimo.

Lea robot può fornire sostegno sia che si cammini in piedi che da seduti ma anche svolgere la funzione di personal trainer se l’anziano è disposto a fare un po’ di attività fisica. Le sue caratteristiche lo rendono adatto anche a essere utilizzato come robot per la riabilitazione. Come la maggior parte dei social robot, inoltre, anche Lea può ricordare all’anziano di prendere la sua medicina a un determinato orario.

Lea robot e gli altri robot per anziani

Lea robot è solo uno dei robot che aiuteranno gli anziani di domani a vivere meglio. Le soluzioni che si stanno studiando sono numerose. Dagli esoscheletri che possono compensare la perdita di forza e di tono muscolare causata dall’età avanzata, aiutando gli anziani a camminare meglio e più a lungo, agli umanoidi come Romeo Robot, la strada sembra tracciata

 

Di robot badanti per anziani parliamo anche in questi articoli:

Romeo robot, il robot badante che assiste gli anziani

Robot badante, anziani indipendenti più a lungo

Robot badanti: Kompai, robot per anziani malati di Alzheimer

Robot-Era, tre robot per anziani più indipendenti

Badante robot, con Robocoach si invecchia in salute

Riabilitazione robotica, incidenti e malattie fanno meno paura