Lavoro del futuro. Ecco come sarà

lavoro-del-futuro

Lavoro del futuro: come sarà e, soprattutto, quali saranno i lavori del futuro? Se ti stai chiedendo su cosa puntare per i prossimi anni o come le nuove tecnologie e la robotica stanno rivoluzionando il mondo del lavoro questo articolo può darti una mano a orientarti meglio.

Il lavoro del futuro e quelli che stanno scomparendo

Per capire come sarà il lavoro del futuro devi solo cominciare a guardare quello che sta già succedendo attorno a te. Quante volte recentemente hai comprato qualcosa senza muoverti da casa? quante volte hai pagato una bolletta della luce senza andare in banca o all’ufficio postale? Lo sapevi che in molte parti del mondo esistono metropolitane driverless che, proprio come le driverless car, non hanno bisogno di un conducente per funzionare? Ecco questo e altro sono frutto di una trasformazione già iniziata che sta cambiando gradualmente le tue abitudini.

lavoro-del-futuro

Un militare indossa un esoscheletro Foto Ekso Bionics da Flickr

Dietro a queste trasformazioni ci sono lavori che non sono più necessari e altri che in futuro non lo saranno più. Un bancomat che ci consente di prelevare denaro, di depositarlo, di pagare le nostre bollette e di fare una serie di altre operazioni senza più la fila allo sportello renderà quest’ultimo gradualmente sempre più superfluo. Ma dietro a uno sportello c’è sempre un posto di lavoro e un lavoratore. Se non ci sarà lo sportello non ci sarà nemmeno l’impiegato che lo gestisce. Ecco, il cassiere della banca, piuttosto che l’impiegato che oggi sta dietro a uno sportello postale, in futuro potrebbe non esserci più. Per la metro in alcuni casi non c’è più chi la guida. La metro driverless ci ricorda il lavoro che si sta facendo su quelle che un giorno saranno le auto del futuro, le macchine robot come le chiama qualcuno e gli altri mezzi, anche pubblici, che non avranno più bisogno di qualcuno seduto alla guida.

Un esoscheletro presto potrebbe aiutarci nei lavori più faticosi, rendendoci simili a cyborg, uomini robot più forti e più resistenti alla fatica, riducendo di conseguenza la quantità di persone necessarie per svolgere una determinata attività.

Lavoro del futuro: siamo tutti interessati

Gli esempi che si possono fare non si fermano a questi e non riguardano solo i lavori pesanti o determinate categorie di lavoratori. Bisognerà aspettare ancora qualche decina d’anni perché il robot giornalista possa sostituire parte dei redattori di un giornale. Ma esiste già. E solo per il fatto di esistere ci dice tanto di come possa essere diverso il lavoro del futuro per questa categoria di professionisti.

Finora siamo stati abituati a pensare alla robotica come a qualcosa di molto lontano nel tempo, relegata alla fantascienza, ai film sui robot o ai libri sulla robotica. I più ottimisti sono ancora convinti che i robot nella peggiore delle ipotesi possano liberarci da lavori ripetitivi e alienanti, come quelli delle catene di montaggio. Ma la quarta rivoluzione industriale, come l’ha definita qualcuno, andrà oltre. Non interesserà solo i lavori manuali ma anche i servizi, la maggior parte dei quali saranno automatizzati grazie ai progressi dell’intelligenza artificiale

Lavoro del futuro, come dobbiamo prepararci?

Se stai leggendo questo articolo e se sei giunto fino a questo punto, è probabilmente perché sei alla ricerca di un indizio su quello che potrà essere il lavoro del futuro più gettonato, il più ricercato, quello meglio pagato. E qui tutto si complica, perché fare una previsione attendibile è molto difficile se superiamo l’arco di tempo dei cinque-dieci anni. Molto più difficile di come lo era quindici o vent’anni fa.

Sicuramente in un arco di tempo relativamente breve ci sarà sempre più di bisogno di giovani preparati nei settori dell’ingegneria robotica, dell’ingegneria cibernetica, dell’ingegneria biomedica e della robotica biomedica. Crescerà l’interesse e l’appeal di settori come quelli dell’ingegneria tissutale e nei confronti di profili professionali multidisciplinari (puoi leggere in proposito anche l’articolo sulle Scienze cognitive e processi decisionali, dove si studiano in Italia), capaci di rapportarsi con una realtà dove saranno più diffusi sistemi capaci di mettere insieme fisica, biologia e digitale. Ma dare una risposta a come o quale sarà il lavoro nel futuro senza rischio di sbagliarsi è praticamente impossibile.

Il punto è che non sappiamo nemmeno se il lavoro nel futuro sarà come lo intendiamo oggi. Serviranno certamente lavoratori più preparati ma probabilmente in numero molto inferiore a quelli necessari oggi ai sistemi produttivi. Il punto è che stiamo vivendo un momento di transizione senza precedenti e che non sappiamo quanto durerà questa transizione.

Di lavoro del futuro parliamo anche nel post: I robot ci ruberanno il lavoro? Lo sapremo presto

 

Potresti essere interessato a: 

Città del futuro, ecco come saranno

La casa del futuro: dal robot che cucina allo specchio intelligente

Aerei del futuro: saranno ipersonici e green

Treni del futuro, come saranno?

Robot del futuro, ecco come saranno

Robot militari, così combatteranno nel futuro

Robot da guerra e cyborg: il futuro delle guerre è la robotica militare

Robot da combattimento e droni militari, ecco la guerra del futuro

Robot positronici, saranno gli automi del futuro?