Ingegneria meccatronica in Italia, cos’è e dove studiarla

ingegneria-meccatronica-italia

Ingegneria meccatronica in Italia, cos’è e dove si studia. Se sei interessato a una carriera nel settore della robotica o semplicemente la meccatronica ti incuriosisce e vuoi saperne di più, in questo articolo abbiamo raccolto alcune informazioni che potrebbero esserti utili.

Ingegneria meccatronica in Italia, cos’è e quali sono gli sbocchi lavorativi

L’ingegneria meccatronica è una branca dell’ingegneria che si occupa dello studio di sistemi meccanici intelligenti da impiegare in contesti industriali e civili per semplificare il lavoro dell’uomo. Come suggerisce il nome, nel campo dell’ingegneria meccatronica convergono tre diverse materie: meccanica, elettronica e informatica. I suoi principali ambiti di applicazione sono la robotica e l’automazione industriale.

Un laureato in ingegneria meccatronica in Italia può lavorare nei settori manifatturiero, automobilistico, aeronautico-spaziale, presso enti di ricerca o presso le aziende di robotica, un settore in piena crescita.

Ingegneria meccatronica in Italia, dove si può studiare

Sono diverse le facoltà che offrono la possibilità di studiare ingegneria meccatronica in Italia. Prima di scoprire quali sono, è necessaria però una premessa: in alcuni atenei questo indirizzo prende il nome di ingegneria dell’automazione, ma le materie di riferimento sono praticamente le stesse.

All’Università di Trento si tiene un corso di laurea magistrale in Ingegneria meccatronica suddiviso in tre curricula: Mechanics and Mechatronics, Electronics and Robotics, Industrial Process Management. Agli iscritti viene richiesta una solida preparazione in matematica e fisica e una conoscenza di base nel campo dell’ingegneria industriale. Disponibile anche un percorso per il conseguimento della doppia laurea grazie a una convenzione con l’Instituto Superior Técnico di Lisbona e l’Università Tecnica di Monaco di Baviera.

Presso il Dipartimento di Automatica e Informatica del Politecnico di Torino è attiva una magistrale in Mechatronic Engineering interamente in lingua inglese. Tra le materie previste ci sono Meccanica, Robotica, Informatica, Macchine elettriche e Sistemi elettronici. Gli studenti interessati possono svolgere un periodo di studio o preparare la tesi all’estero.

Il Politecnico di Milano organizza un corso di laurea triennale e un corso di laurea magistrale in Ingegneria dell’Automazione. Il piano di studi della triennale include insegnamenti come Fondamenti di Robotica, Automatica ed Elettronica, Sistemi informatici, Fisica tecnica e Macchine. La magistrale è interamente in lingua inglese. Per saperne di più collegati al portale dell’ateneo.

All’Università di Roma Tor Vergata ci si può iscrivere a un corso di laurea magistrale in Ingegneria dell’Automazione incentrato sulla robotica industriale, spaziale e di servizio. In genere i corsi in Ingegneria dell’Automazione vengono progettati per dare ai laureati magistrali conoscenze tipiche del settore della Meccatronica.

Possono accedervi i laureati in Ingegneria informatica (curriculum Robotica e Automazione) oppure gli studenti di altri corsi di laurea che abbiano ottenuto un totale di 33 cfu in alcune materie fondamentali del settore Automatica.

Ingegneria dell’Automazione si può frequentare anche all’Università Federico II di Napoli, dove sono attivi una triennale e una magistrale. Sul sito del Dipartimento che li organizza trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno.

L’Università di Modena e Reggio Emilia offre un percorso formativo completo in Ingegneria Meccatronica, articolato in un corso di laurea triennale e un corso magistrale, rispettivamente da 180 e 120 crediti. Entrambi i corsi sono ad accesso libero. Alcune materie della magistrale sono in inglese. Per maggiori informazioni visita il sito dell’Università.

Ingegneria meccatronica in Italia si può studiare anche a Vicenza (sede distaccata dell’Università di Padova), dove sono attivi un corso di laurea triennale e uno magistrale. La triennale in Ingegneria meccanica e meccatronica prevede, tra gli altri insegnamenti, Analisi matematica, Fisica, Fondamenti di Meccanica e Costruzione di Macchine. Nel piano di studi del corso di laurea magistrale figurano materie come Robotica industriale, Controllo dei Sistemi meccanici e Meccanica delle vibrazioni.

Ingegneria meccatronica, dove studiarla all’estero

Come avete visto, ci sono diverse possibilità per chi vuole studiare ingegneria meccatronica in Italia. Se invece volete formarvi in ingegneria meccatronica all’estero, ecco quali città prendere in considerazione.

L’Università di Manchester, in Inghilterra, organizza un Master quadriennale in Mechatronic Engineering. La retta è piuttosto alta – 9 mila sterline all’anno, oltre 10.600 euro – ma c’è anche la possibilità di usufruire di borse di studio. Tra i requisiti richiesti, un GCSE (General Certificate of Secondary Education) di grado C o superiore in inglese e matematica.

Alla Fontys University di Eindhoven, in Olanda, si tiene un Bachelor Degree in Ingegneria meccatronica incentrato principalmente sulla progettazione e lo sviluppo di robot. Per i criteri di accesso consulta la pagina web del corso.

In Irlanda, presso la Dublin City University, ci si può iscrivere invece a un corso di durata quadriennale, al termine del quale gli studenti più meritevoli possono frequentare un quinto anno (da 90 crediti) per il conseguimento di un Master’s Degree in Ingegneria meccatronica (l’equivalente della nostra laurea magistrale). Per maggiori dettagli vai sul sito dell’ateneo.

 

Potrebbero anche interessarti gli articoli:

Ingegneria robotica in Italia, dove si può studiare

Intelligenza artificiale e robotica, dove studiarle in Italia e all’estero

Ingegneria cibernetica, imparare a progettare e costruire robot e droni

Ingegneria biomedica, cos’è e dove si studia in Italia

Ingegneria tissutale in Italia e all’estero. Dove studiarla

Ingegneria Elettronica per l’Internet of Things, dove si studia in Italia

Scienze cognitive e processi decisionali, dove si studiano in Italia

Università e robotica: i corsi per lavorare con i robot

Master in robotica, dove si possono frequentare in Italia e all’estero

Corsi di robotica: ecco chi li organizza in Italia

Scuola di robotica: il futuro ora si impara sui banchi

 

Ti segnaliamo inoltre il post:

Lavoro del futuro. Ecco come sarà