Ingegneria cibernetica, imparare a progettare e costruire robot e droni

ingegneria-cibernetica

Ingegneria cibernetica, ovvero come imparare a progettare e costruire droni, robot e padroneggiare l’Internet delle cose, tutti quegli oggetti di uso quotidiano connessi alla rete e interconnessi che nei prossimi anni cambieranno le nostre vite. Introdotto per la prima volta negli Stati Uniti, nel 1947, dal matematico Norbert Wierner, il termine “cibernetica” indica un campo di studi multidisciplinare, capace di spaziare dalla scienza all’ingegneria. La Cibernetica studia infatti la comunicazione e il controllo negli esseri umani e nelle macchine. Potremmo dire che è un po’ il trait d’union fra le due cose.

Ingegneria cibernetica, dove studiarla in Italia

ingegneria-ciberneticaPresso l’Università di Palermo a partire dall’anno accademico 2015-2016 è stato istituito un corso di laurea in Ingegneria Cibernetica che fa capo al Dipartimento di Energia, Ingegneria dell’Informazione e Modelli Matematici. Due gli indirizzi previsti: Sistemi e Tecnologie dell’Informazione, più orientato all’Internet delle cose; e Meccatronica, che riguarda invece la progettazione di macchine  e impianti per la distribuzione di beni e servizi, i processi elettromeccanici e l’automazione industriale.

Ingegneria cibernetica, sbocchi lavorativi

Robot, droni, Internet delle cose, Parole sempre più familiari nella vita di tutti i giorni, la cui progettazione e realizzazione richiede professionisti preparati, all’altezza delle sfide di una società in cui uomini e intelligenze artificiali interagiranno sempre di più. Nasce con questa consapevolezza il corso di laurea dell’Università di Palermo dove l’Ingegneria cibernetica sarà orientata – queste le intenzioni degli ideatori del corso – proprio ai suoi sbocchi più attuali. Il piano di studi prevede lezioni teoriche ma anche esercitazioni pratiche. L’obiettivo è formare professionisti che possano affrontare tra l’altro le sfide della robotica e della progressiva “robotizzazione” della società, della diffusione dei veicoli autonomi, e dell’Internet of Things.

Tra le materie del piano di studi della laurea in Ingegneria cibernetica figurano accanto a materie “tradizionali” come la matematica e la fisica, fra l’altro, anche robotica industriale, robotica mobile e sistemi distribuiti, automazione industriale e domotica.

Ulteriori informazioni si possono reperire sul sito dell’Università.

 

Abbiamo parlato di Ingegneria cibernetica anche negli articoli:

Ingegneria robotica in Italia, dove si può studiare

Lavoro del futuro. Ecco come sarà

 

Sullo stesso argomento può interessarti inoltre: 

Intelligenza artificiale e robotica, dove studiarle in Italia e all’estero

Master in robotica, dove si possono frequentare in Italia e all’estero

Ingegneria biomedica, cos’è e dove si studia in Italia

Scienze cognitive e processi decisionali, dove si studiano in Italia

Ingegneria tissutale in Italia e all’estero. Dove studiarla

Ingegneria tissutale, cos’è e perché ci allungherà la vita

Ingegneria meccatronica in Italia, cos’è e dove studiarla

Ingegneria dell’automazione in Italia, cos’è e dove studiarla

Ingegneria Elettronica per l’Internet of Things, dove si studia in Italia

Biorobotica, la chiave per il progresso è nella natura