Impianto cocleare, costo e funzionamento

impianto-cocleare-costo-funzionamento

Un impianto cocleare è un dispositivo elettronico che permette alle persone affette da sordità grave o profonda di tornare a sentire come prima. Noto anche con il nome di orecchio bionico, si chiama così perché ripristina parzialmente o del tutto, a seconda dei casi, la funzione uditiva normalmente garantita dalla coclea, che è la parte dell’orecchio in cui risiedono le cellule sensoriali.

Com’è fatto un impianto cocleare

Un impianto cocleare è una protesi robotica per persone sorde dalla nascita o che hanno perso l’udito in seguito a un trauma o dopo una malattia. È costituito da due parti, collegate da una calamita. La parte interna è formata da un ricevitore, inserito sottocute, e da un filo metallico contenente diversi elettrodi intracocleari. Quella esterna comprende invece un microfono, un processore che elabora i suoni e un’antenna.

Impianto cocleare, come funziona

Il processore trasforma in impulsi elettrici i suoni captati dal microfono e li trasmette mediante un’antenna al ricevitore e agli elettrodi inseriti nella coclea. Gli elettrodi, a loro volta, stimolano il nervo uditivo che fa arrivare i suoni percepiti direttamente al cervello.

A differenza delle normali protesi acustiche, che trasmettono il suono attraverso il canale uditivo, sfruttando le cellule della coclea ancora funzionanti, l’impianto cocleare “dialoga” direttamente con il nervo uditivo bypassando le strutture danneggiate dell’orecchio.

Ecco un breve video esplicativo:

L’impianto cocleare per i bambini

L’impianto cocleare viene impiantato tramite un intervento chirurgico in anestesia generale che prevede una piccola incisione dietro l’orecchio per l’inserimento del ricevitore, degli elettrodi e di un magnete. Gli elettrodi vengono attivati dopo circa un mese dall’operazione, quindi si procede alla regolazione dell’impianto. Solo a questo punto il paziente inizia a sentire i primi suoni.

Tuttavia l’orecchio bionico, da solo, non basta: per una completa rieducazione sonora è necessario sottoporsi a un periodo di riabilitazione.

Nei bambini nati sordi l’impianto cocleare va impiantato entro i primi 12-18 mesi di vita, quando iniziano a parlare ed è massima la capacità del cervello di adattarsi agli stimoli sonori. L’impianto cocleare è efficace anche negli adulti che hanno perso l’udito da poco tempo, a patto che il nervo uditivo sia integro o comunque non troppo danneggiato.

Impianto cocleare, costo

Un impianto cocleare ha un costo superiore ai 20 mila euro, che in Italia è sostenuto interamente dal Sistema sanitario nazionale. Stesso discorso per le spese ospedaliere e la riabilitazione. Attualmente, gli impianti cocleari installati nel nostro Paese diverse migliaia.

Per maggiori informazioni sulle caratteristiche di questi dispositivi e sui modelli disponibili, puoi consultare i siti internet di alcune tra le principali aziende di impianti cocleari al mondo. Ecco un po’ di link utili:

Cochlear (Australia)  

Med-el (Austria)

Advanced Bionics (Usa)

Oticon Medical (Svezia)

 

A proposito di protesi robotiche, ti consigliamo di leggere anche gli articoli:

Protesi robotiche: l’uomo robot non avrà limiti

Occhio artificiale, sconfiggere la cecità ora è possibile

Retina artificiale, la tecnologia italiana speranza per i non vedenti

Pelle artificiale, così uomini e robot si somiglieranno sempre di più

Mano robotica: i miracoli della scienza, mai più disabili

Dito bionico, così torna il tatto a chi non ha più un arto

Gamba bionica, un robot per camminare di nuovo

Ginocchio bionico, tornare a correre e a nuotare

Guanto robotico, funzionamento e modelli

 

Potrebbero inoltre interessarti:

Cyborg e uomini bionici, arriva l’uomo robot

Cyborg: metà uomini, metà robot. Esisteranno mai?

Uomini robot, ecco come guariremo da tutte le malattie