Ginocchio bionico, tornare a correre e a nuotare

ginocchio-bionico

Il ginocchio bionico è una protesi robotica in grado di restituire alle persone amputate piena libertà di movimento. Come l’esoscheletro e la gamba bionica, è un robot per camminare che, in alcuni casi, consente addirittura di tornare a correre. In questo articolo vi presentiamo alcuni modelli.

Ginocchio bionico, con Genium X3 puoi nuotare e fare sport

Genium X3 è un ginocchio bionico prodotto dalla tedesca Ottobock. È l’evoluzione di un protesi robotica, progettata dalla stessa azienda nel 1999 per consentire ai marines amputati di tornare a combattere. Dotato di sensori, un accelerometro e un giroscopio, Genium X3 permette di camminare a passo spedito, salire le scale e fare jogging. Un rivestimento in titanio, alluminio e acciaio inox lo rende impermeabile e adatto per nuotare e lavorare in ambienti umidi. Attivando la funzione corsa, Genium X3 consente anche di gareggiare a livello agonistico, come fa Martina Caironi, oro alle Paralimpiadi di Londra 2012, capace di correre i 100 metri in meno di 15 secondi.

Ginocchio bionico, 60 mila persone indossano C-Leg 4

ginocchio_bionico

C-Leg si controlla grazie a una app installata sullo smartphone

C-Leg 4  è un altro ginocchio elettronico realizzato da Ottobock. Dal 1997 a oggi è stato impiantato su circa 60 mila persone in tutto il mondo. Consente di camminare a velocità diverse, anche all’indietro e su superfici irregolari, e protegge dalle cadute. Scaricando un’app è possibile impostare direttamente dallo smartphone i parametri della protesi e visualizzare informazioni tecniche come il livello della batteria.

Per informazioni sul prezzo di Genium X3 e C-Leg 4 bisogna contattare i produttori.

Rheo Knee, il ginocchio bionico di Össur

“Una vita senza limitazioni” è lo slogan di Össur, società islandese che ha sviluppato Rheo Knee, un ginocchio bionico a microprocessore che non impone un’andatura predefinita ma si adegua alle esigenze di chi lo indossa. Ideale per attività che comportano uno sforzo basso-moderato, dallo shopping a una passeggiata in montagna, Rheo Knee si flette fino a 120 gradi e sopporta un peso massimo di 136 kg. Per acquistarlo occorre rivolgersi all’azienda che lo produce.

Dal Canada il ginocchio bionico 4×4

Si piega invece fino a 150 gradi All-Terrain Knee, il ginocchio bionico di LegWorks, azienda canadese che lo ha prodotto con il supporto di un centro riabilitativo di Toronto. All-Terrain Knee non monta microprocessori ma solo molle e ammortizzatori. Come suggerisce il nome, si adatta a ogni superficie e comporta un limitato dispendio energetico.

 

Abbiamo parlato di ginocchio bionico e protesi robotiche in generale anche negli articoli:

Protesi robotiche: l’uomo robot non avrà limiti

Gamba bionica, un robot per camminare di nuovo

Dito bionico, così torna il tatto a chi non ha più un arto

Occhio artificiale, sconfiggere la cecità ora è possibile

Retina artificiale, la tecnologia italiana speranza per i non vedenti

Orecchio bionico, sentire di nuovo con un impianto cocleare

Impianto cocleare, costo e funzionamento

Guanto robotico, funzionamento e modelli

Uomini robot, ecco come guariremo da tutte le malattie

Uomo bionico, dal cinema alla realtà