Esoscheletro per bambini sperimentato negli Usa

esoscheletro-per-bambini

Un esoscheletro per bambini progettato da Ekso Bionics è stato sperimentato per la prima volta negli Stati Uniti, all’Ospedale pediatrico di Atlanta, capitale dello Stato della Georgia.

esoscheletro-bambini

Ormai da tempo gli esoscheletri vengono utilizzati in centri specialistici di tutto il mondo per la riabilitazione di pazienti che devono recuperare l’uso delle gambe. L’obiettivo è quello di fare di questi robot indossabili dei dispositivi in grado di sostituire permanentemente gli arti di pazienti che ne hanno perso l’uso, perché ad esempio neurolesi o affetti da paraplegia. Per i bambini si tratta però delle primissime applicazioni.

L’esoscheletro per bambini consente anche ai pazienti più giovani con arti inferiori paralizzati o deboli di alzarsi e camminare con un’assistenza minima. Utilizzando una combinazione di motori e sensori, l’esoscheletro permette al bambino di camminare, aiutando il corpo a usare di nuovo le gambe. Il robot indossabile è inoltre in grado di fornire ai terapisti un feedback immediato su ogni passo del paziente, su quanto lavoro sta facendo per migliorare il proprio stato, e quanto invece ne sta facendo la macchina per lui.

L’esoscheletro per bambini sfrutta le capacità di adattamento del sistema nervoso

“L’esoscheletro – ha spiegato Joshua Vova, direttore medico dei servizi di riabilitazione dell’Ospedale pediatrico di Atlanta – sfrutta la  neuroplasticità, la capacità di adattamento del sistema nervoso centrale umano agli stimoli ripetuti. per questo motivo può aiutare i pazienti colpiti da ictus, lesioni cerebrali e lesioni del midollo spinale a camminare di nuovo con una andatura corretta”.

La ricerca mostra come anche l’esoscheletro per bambini, analogamente a quanto avviene per gli adulti, diventi fondamentale nell’ambito di una terapia basata su movimenti ripetitivi e casuali che aiuta il cervello e il midollo spinale a lavorare insieme aumentando la forza, la coordinazione, la funzione e l’indipendenza.

“La neuroriabilitazione e la crescente importanza della neuroplasticità sono la chiave per riconquistare la maggior parte delle capacità di una persona”, ha commentato Nate Harding, CEO e co-fondatore di Ekso Bionics. “Lavorare con i bambini è per noi un ulteriore modo per contribuire alla crescita delle capacità umane”, ha concluso.

Sull’argomento dell’esoscheletro per bambini potrebbe anche interessarti: 

Esoscheletro per disabili: così cambia la vita di chi non può più camminare

Esoscheletro per paraplegici: come funziona

Un esoscheletro per tornare a camminare

Esoscheletro, prezzo dei modelli in commercio

Esoscheletro: centri di riabilitazione in Italia

Esoscheletro robotico Ekso, i centri di riabilitazione in Italia

Uomini robot, ecco come guariremo da tutte le malattie

Robot Honda: Asimo e i suoi fratelli