Driverless car, tutti i modelli delle auto robot

driverless-car

Ecco i modelli delle driverless car allo studio delle case automobilistiche, auto robot senza conducente, capaci di condurre il passeggero a destinazione in totale autonomia. Secondo i più ottimisti potrebbero guidare al posto nostro già entro una decina d’anni. Non solo: una volta perfezionate dovrebbero riuscire a raggiungere livelli di sicurezza maggiori dei mezzi tradizionali, così almeno promettono gli addetti ai lavori. Dotate di Gps, radar e telecamere, circoleranno sulle nostre strade grazie a un sofisticato computer di bordo e a un sistema di mappe 3D. Un’opportunità di business imperdibile per le case automobilistiche e colossi hi-tech come Google e Apple che in alcuni casi stanno già testando i loro modelli. In questo articolo vi presentiamo i più interessanti.

Driverless car: la Google Car

driverless_carTra le driverless car di cui si è più parlato recentemente c’è la Google Car. Buffa come un’auto uscita da un cartone animato, è in realtà un vero concentrato di tecnologia. Un progetto che Google sta portando avanti dal 2009 con una serie di partner dai nomi noti come Bosch, Continental, LG, solo per citarne alcuni. Sensori e uno speciale software consentono all’auto robot di rilevare pedoni, ciclisti e altri mezzi lungo il percorso, comportandosi di conseguenza. Attualmente, sulle strade di Austin e Mountain View circolano 48 Google Car senza volante, freno e acceleratore. Da gennaio 2016 arriveranno nel Regno Unito per i primi test europei. La fase sperimentale dovrebbe concludersi nel 2020.

 Driverless car: iCar, l’auto robot di Apple

driverless-carApple prova ad anticipare Google e già nel 2019 potrebbe consegnare il suo primo veicolo totalmente autonomo. Il progetto procede sottotraccia ma a ritmo serrato. Apple starebbe già cercando un’area in cui effettuare i primi test. Sempre secondo alcune indiscrezioni, il parabrezza dell’iCar –  l’hanno ribattezzata così quelli di Cupertino – potrebbe essere un touchscreen da 50 pollici dove visualizzare dati utili sulle prestazioni dell’automobile.

Driverless car: Honda si fida ancora dell’uomo

Dotata di radar, camera stereo e laser a scansione, l’auto a guida autonoma della Honda non è una driverless car in senso stretto. Gli ingegneri giapponesi hanno sviluppato un prototipo che guida in modo autonomo solo in autostrada mentre sulle strade urbane, in cui la guida diventa più complessa e rischiosa, è previsto l’intervento umano. Per un salto di qualità definitivo potrebbero volerci ancora quindici anni.

Driverless car: nel 2017 cento Volvo “autonome” sulle strade di Goteborg

driverless_carIn casa Volvo c’è già una data: dal 2017 cento famiglie testeranno nel traffico di Goteborg le auto robot della casa svedese. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto “Drive Me”, promosso in collaborazione con alcuni enti privati e agenzie governative del Paese scandinavo. Il prototipo della Volvo è in grado di riconoscere su quali strade può essere attivato l’Auto Pilot e su quali invece è necessaria una guida manuale. In quest’ultimo caso, scatterà un conto alla rovescia di sessanta secondi entro i quali il conducente dovrà riprendere il controllo del mezzo. Trascorso un minuto, l’auto si arresterà.

Si basa su un sistema analogo l’auto robot di Nissan, totalmente elettrica e a emissioni zero. Per azionare la guida automatica basterà premere un pulsante sul volante. La casa di Yokohama prevede di lanciare la sua prima driverless car entro il 2020. Entro quella data, dovrebbe debuttare anche il primo modello della Toyota.

Driverless car: a che punto sono Audi e Mercedes

driverless_carConcludiamo il nostro viaggio nel mondo delle driverless car con i progetti di Audi e Mercedes. In entrambi i casi si tratta di macchine robot non del tutto “indipendenti”, in cui è possibile inserire il pilota automatico. Non nelle aree urbane, però. Nel 2014 un’Audi da competizione RS7 Piloted Driving è stata provata sul circuito di Hockenheim, in Germania, dove ha completato un giro di pista raggiungendo una velocità massima di 240 km/h. Equipaggiata con lo stesso sistema di sensori, telecamere e laser, la berlina A7 ha invece percorso 550 miglia di autostrada, dalla Silicon Valley a Las Vegas.

La risposta Mercedes si chiama F 015 Luxury in MotionUna vettura dal design futuristico, con interni da suite e sedili anteriori che possono ruotare all’indietro formando un mini salotto. Svelata nell’ultima edizione della Fiera tecnologica di Las Vegas, non si sa ancora se sarà messa in vendita.

 

Abbiamo parlato di driverless car anche nell’articolo:

Macchine robot: quando le vedremo nelle nostre città?

Città del futuro, ecco come saranno

 

Potrebbero anche interessarti gli articoli:

Motobot, il robot che guida la moto a 200 all’ora

Case automobilistiche giapponesi e robot: tanti i progetti in cantiere

IURO robot, l’umanoide che si orienta da solo in città