Cyborg: metà uomini, metà robot. Esisteranno mai?

cyborg

Cosa sono i cyborg? Esisteranno mai? I progressi della robotica ci lasciano intravedere un futuro, nemmeno troppo lontano, in cui con molta probabilità vivremo e miglioreremo la nostra esistenza grazie ai robot indossabili. Saremo metà uomini, metà robot.

Cosa sono i cyborg

Metà uomini, metà robot. Cerchiamo innanzitutto di capire cos’è un cyborg, partendo dall’etimologia della parola. Il termine cyborg è stato coniato nel 1960 dal neuroscienziato austriaco Manfred Clynes per indicare una creatura ibrida, un uomo potenziato che integrando nel proprio corpo dispositivi bionici sarebbe stato in grado di vivere nello spazio.

Un cyborg non è né un mutante né un androide, è un superuomo in cui coesistono parti robotiche e componenti biologiche, è l’ultimo stadio di un processo di artificializzazione del corpo umano che diventa così infrangibile, super efficiente, praticamente senza limiti.

I cyborg nella letteratura e nel cinema       

Prima che qualcuno ne parlasse in termini scientifici, i cyborg erano già entrati nell’immaginario collettivo grazie alla letteratura e al cinema. A cominciare dal 1839, quando nel suo racconto “L’uomo finito” Edgar Allan Poe descrive il protagonista – un vecchio generale ferito in battaglia – come un concentrato di protesi sintetiche. Nel 1911 è la volta di Nyctalope, un supereroe dal cuore artificiale e dai sensi potenziati nato dalla penna del romanziere francese Jean de la Hire.

In “No Woman Born”, racconto del 1944 scritto da Catherine L. Moore, Deirdre è una ballerina “ricostruita” in laboratorio dopo un incendio, una “creatura rivestita di armatura” che di umano conserva solo il cervello.

Un’idea che quarant’anni dopo – leggermente rivista – ritroviamo nel film Robocop (1987) che racconta la storia di un poliziotto ucciso in servizio che “rivive” nel corpo di un cyborg, il cui unico obiettivo è far rispettare la legge.

In realtà, raramente nel cinema i cyborg sono dei personaggi positivi. Terminator, ad esempio, è un robot killer che arriva dal futuro per impedire la nascita di John Connor, sobillatore di una rivolta degli uomini contro i robot, padroni del mondo. Un altro cyborg cattivo per eccellenza è Dart Fener, uno dei personaggi più celebri di Star Wars (di cui abbiamo parlato anche negli articoli Film sui robot, quelli che non dovreste perdervi e Robot di Star Wars, ecco nomi e ruoli di ciascuno di loro). Dart Fener non è altri che Anakin Skywalker passato al Lato Oscuro della Forza: dopo un duello con Obi-Wan in cui perde gambe e braccia, viene salvato dall’imperatore Palpatine che lo trasforma in un potentissimo cyborg dotato di arti bionici.

I cyborg nella realtà. Quando li vedremo?

I cyborg del cinema restano per il momento delle creature fantastiche, ma non è detto che non possano –  prima o poi, e con propositi meno bellicosi – materializzarsi nella realtà. Ora che la linea di demarcazione tra naturale e artificiale si fa sempre più sfumata, immaginare umani e cyborg sotto lo stesso cielo non deve sembrare un azzardo. D’altronde, già oggi protesi robotiche ed esoscheletri consentono a chi è affetto da disabilità temporanea o permanente di tornare a una vita pressoché normale. Per i superpoteri bisognerà invece attendere, anche se in campo militare qualcosa ha già iniziato a muoversi.

Il Comando delle Operazioni Speciali degli Stati Uniti ha finanziato un progetto che si propone di realizzare un’armatura hi-tech praticamente indistruttibile, un esoscheletro militare che potenzia le capacità fisiche del soldato, ne monitora le funzioni vitali e rilascia una sostanza suturante in caso di ferite. I suoi creatori l’hanno ribattezzata “la tuta di Iron Man” ed entro il 2018 dovrebbe essere prodotta su larga scala. Morire in battaglia, tra qualche anno, diventerà molto più difficile.

 

Abbiamo parlato di cyborg anche negli articoli:

Cyborg e uomini bionici, arriva l’uomo robot

Robot da guerra e cyborg: il futuro delle guerre è la robotica militare

 

Potrebbero anche interessarti:

Uomini robot, ecco come guariremo da tutte le malattie

Vita artificiale, ora non è più fantascienza

 

A proposito di esoscheletri e protesi robotiche potresti anche leggere gli articoli:

Mano robotica: i miracoli della scienza, mai più disabili

Dito bionico, così torna il tatto a chi non ha più un arto

Gamba bionica, un robot per camminare di nuovo

Ginocchio bionico, correre e nuotare ora si può

Guanto robotico, funzionamento e modelli

Occhio artificiale, sconfiggere la cecità ora è possibile

Retina artificiale, la tecnologia italiana speranza per i non vedenti

Orecchio bionico, sentire di nuovo con un impianto cocleare

Impianto cocleare, costo e funzionamento

 

Uomini robot, ecco come guariremo da tutte le malattie

Esoscheletro per disabili: così cambia la vita di chi non può camminare

Un esoscheletro per tornare a camminare

Esoscheletro per paraplegici: come funziona

Un esoscheletro per bambini sperimentato negli Usa

Esoscheletro, prezzo dei modelli in commercio

Esoscheletro da combattimento, i super soldati scendono in campo