Coding e pensiero computazionale nella scuola primaria

coding-e-pensiero-computazionale-scuola-primaria

Coding e pensiero computazionale: cosa significano questi due termini, come stanno cambiando i metodi di insegnamento e di apprendimento a partire dalla scuola primaria e dell’infanzia e perché ne sentiremo parlare sempre più di frequente? Proviamo a dare qualche risposta.

Coding e pensiero computazionale: significato

coding-e-pensiero-computazionaleCoding è un termine inglese al quale corrisponde in italiano la parola programmazione. Parliamo di programmazione informatica ovviamente ma non nel senso più tradizionale dell’espressione. Il coding a scuola è una scoperta – se così possiamo definirla – recente. Parliamo di un approccio che mette la programmazione al centro di un percorso dove l’apprendimento, già a partire dai primi anni di vita, percorre strade nuove ed è al centro di un progetto più ampio che abbatte le barriere dell’informatica e stimola un approccio votato alla risoluzione dei problemi. Parliamo di pensiero computazionale, ovvero di un approccio inedito ai problemi e alla loro soluzione. Bambini e ragazzi con il coding sviluppano il pensiero computazionale e l’attitudine a risolvere problemi più o meno complessi. Non imparano solo a programmare ma programmano per apprendere.

Coding e pensiero computazionale nella scuola primaria: ora c’è da divertirsi

Cosa significa in pratica tutto quello che abbiamo fin qui scritto? come fanno gli studenti ad apprendere e a divertirsi? Bambini e ragazzi si trovano davanti a quello che più li diverte: un tablet, il monitor di un pc, un robot. Sta a loro animare, far prendere vita, imparare a fare muovere i loro personaggi in un certo modo, siano essi virtuali o meno (come nel caso della robotica educativa) . In sintesi imparano a raggiungere un obiettivo. E come si raggiunge un obiettivo se non risolvendo il problema che si frappone fra noi e la meta?

Coding e pensiero computazionale nella scuola primaria e dell’infanzia: gli strumenti

coding-e-pensiero-computazionaleCome si fa il coding a scuola, quali sono gli strumenti a disposizione? Sono strumenti divertenti, come per esempio Scratch o Scratch Jr. per i più piccoli. O come lo sono ancora gli esercizi del sito code.org. Più che esercizi sembrano giochi. E in effetti sotto un certo punto di vista lo sono. I bambini giocano e vincere ogni sfida significa risolvere problemi. Piccoli problemi come evitare un ostacolo o di farsi catturare da uno dei personaggi cattivi della storia, giusto per fare un paio di esempi. Per risolvere il problema devono impegnarsi per capire quale possa essere la possibile soluzione, e se raggiungono l’obiettivo hanno imparato come fare. Intanto inconsapevolmente hanno scritto righe di codice informatico, anche se materialmente non ne hanno scritto nemmeno una e hanno spostato solo dei blocchetti rettangolari a ciascuno dei quali corrisponde una funzione e un codice. Stiamo parlando della programmazione a blocchi, detta anche programmazione visuale.

Di tutto questo abbiamo parlato negli articoli: 

Come usare scratch: una guida su tutto quello che ti serve sapere

Scratch Junior: così i bambini imparano a programmare 

Coding a scuola: con i robot è più divertente. Ecco perché

Coding, pensiero computazionale e robotica educativa nella scuola primaria

Coding e pensiero computazionale, nella scuola primaria o in altri contesti, sono fratelli della robotica educativa, la possibilità cioè che i ragazzi possano imparare assemblando un kit robot da costruire e dopo averlo costruito programmino il loro robot. Nel coding si usano strumenti che consentono di visualizzare i risultati su uno schermo. Nella robotica educativa i bambini apprendono un approccio nuovo alle materie scientifiche attraverso la robotica. A volte coding e robotica educativa sono un tutt’uno. Ma di questo ne parliamo meglio nell’articolo: Coding scuola primaria: ci pensa Cubetto, robot di legno

 

Puoi approfondire i temi legati a coding e pensiero computazionale leggendo:

Coding a scuola: con i robot è più divertente. Ecco perché

Coding, cos’è e perché non dovremmo sottovalutare le sue potenzialità

Pensiero computazionale, definizione e significato

Animatore digitale: a scuola è il mago del coding

Robotica educativa, come costruire un robot a scuola e imparare

Corsi di robotica: ecco chi li organizza in Italia

Scuola di robotica: il futuro ora si impara sui banchi

 

Alcuni strumenti per imparare a programmare:

Come imparare a programmare in modo facile

Piattaforma EMMA. Coding e robotica? Si studiano on line

App per il coding, guida alle migliori

Osmo e Ipad: imparare giocando, a casa o a scuola

Swift Playground: il coding su iPad è più divertente

Tynker, il coding non ha più segreti. A casa e a scuola

 

Potresti essere interessato anche all’articolo:

Tinkering, cos’è e come iniziare