BeatBot, robot Puma per correre più veloce

beatbot-robot-puma

Beatbot, robot Puma da battere. Se sei un runner, a prescindere dal tuo livello atletico, Puma BeatBot è il robot programmabile che ti aiuta a spingere di più in pista. Può essere il tuo personal trainer o il concorrente da battere. A te la scelta.

Con BeatBot robot Puma allenarti può essere più stimolante della solita sfida contro il cronometro, sarà quasi come correre in gara.

Commissionato da Puma, azienda tedesca di abbigliamento sportivo, BeatBot è stato realizzato da un ingegnere della Nasa e da tre ricercatori del Mit di Boston che hanno sviluppato ben otto prototipi prima di arrivare al modello definitivo. Scopriamo insieme come funziona.

BeatBot robot Puma sfiora i 45 km/h e si controlla da smartphone

BeatBot robot Puma è un robot mobile e autonomo, una scatola su ruote pensata per correre in pista e aiutare velocisti e mezzofondisti a migliorare le proprie prestazioni. Si comporta come le “lepri” nella maratona: scandisce il ritmo, mantenendo una velocità costante che è possibile impostare direttamente dallo smartphone attraverso un’app dedicata.

Dotato di nove sensori a infrarossi, BeatBot robot Puma segue le linee della pista misurando velocità e distanza percorsa grazie a un micro controller Arduino che gestisce le ruote motrici. Dispone inoltre di luci led per fungere da punto di riferimento visivo, anche a distanza, e di due telecamere GoPro per registrare la corsa e rivederla a fine allenamento.

BeatBot robot Puma è in grado di raggiungere una velocità massima di 44,7 km/h, la stessa fatta segnare da Bolt ai mondiali di atletica del 2009, quando lo sprinter giamaicano stabilì il nuovo record del mondo dei 100 metri. Puma BeatBot può compiere inoltre più di un centinaio di manovre al secondo per correggere la propria posizione, curvare e tagliare il traguardo al ritmo prestabilito.

Lo vediamo in azione in questo video:

BeatBot robot Puma: prezzo alto, in futuro versioni più economiche

BeatBot robot Puma è disponibile al momento solo per gli atleti professionisti sponsorizzati da Puma, ma in futuro potrebbe essere utilizzato anche dai runners amatoriali. L’unico ostacolo alla sua diffusione è il costo che si annuncia proibitivo. Per questo Puma sta pensando di realizzare altri robot e gadget tecnologici simili a BeatBot a prezzi più accessibili.

 

Abbiamo parlato di robotica e sport anche negli articoli:

Giocare a golf con… un robot

MotoBot, il robot che guida la moto a 200 all’ora

Realtà aumentata, cos’è