App per robot, mercato in crescita. Ecco come cominciare

app-per-robot-ros2

Il mercato delle app per robot è destinato a crescere nei prossimi anni a ritmi sostenuti, in maniera analoga a quanto avvenuto per le app di smartphone e tablet. Con loro sta crescendo anche il numero di sviluppatori che si stanno dedicando a questo segmento di mercato.

Le app per robot consentono di accrescere le capacità di base degli androidi, aggiungendo una serie di nuove funzionalità. Da quelle più semplici come afferrare un oggetto a quelle più complicate come ad esempio cucinare, fare da babysitter, giocare a calcio.

App per robot, i kit di sviluppo

La maggior parte dei costruttori mette a disposizione un kit di sviluppo. A cambiare è spesso il nome ma le funzionalità sono simili se non uguali. Alcuni offrono  un ambiente di sviluppo grafico completo che aiuta gli sviluppatori meno esperti a creare app e nuovi comportamenti per i robot.

Fra questi ultimi c’è Aldebaran Robotics. Attorno alle sue creazioni robot Naorobot Pepper, la società francese sta costruendo una community on line, all’interno della quale una sezione è destinata proprio agli sviluppatori.

app-per-robot-nao-pepper“Crediamo in un futuro nel quale robot interattivi affiancheranno gli essere umani nel lavoro, nel tempo libero, nella loro vita familiare”, affermano da Aldebaran. All’interno della community è possibile iscriversi e scaricare gratuitamente gli strumenti di sviluppo delle app, con le quali si può cominciare a sviluppare anche senza possedere un esemplare di Nao robot o Pepper robot.

“Il mercato delle app per robot è appena nato e cresce ogni giorno”, conferma la società francese che per il futuro promette ulteriori servizi per gli sviluppatori, compresa la possibilità per questi di vendere le applicazioni a chi già possiede un robot.

Diventare uno sviluppatore di app per robot

Iscrivendosi alla community di Aldebaran c’è la possibilità di scaricare e utilizzare un kit di sviluppo che può essere utilizzato, promette la società, anche da chi è alle prime armi: un kit multipiattaforma “compatibile con molti linguaggi e piattaforme robotiche, incluso Java, JavaScript, C++, Python, MATLAB, Urbi and .Net”.

Tra gli strumenti a disposizione anche Choregraphe, un software che consente di aggiungere comportamenti e movimenti a Nao con la programmazione orientata agli oggetti, quindi con una interfaccia grafica intuitiva ma anche con funzioni avanzate per venire incontro alle esigenze di neofiti ed esperti. Choregraphe permette di programmare anche senza possedere il robot grazie a un ambiente virtuale che consente sempre di visualizzare a schermo il risultato ottenuto. Come dimostra questo video di Aldebaran.

—————-

Ne abbiamo parlato nell’articolo:

Choregraphe, cos’è e come funziona il software per programmare Nao e Pepper

—————-

 

Blue Frog Robotics mette invece a disposizione un kit per lo sviluppo di app per Buddy, il robot open source per le famiglie. Per saperne di più basta collegarsi al sito bluefrogrobotics.com e accedere anche in questo caso alla sezione dedicata agli sviluppatori.

“Oggi, l’industria delle applicazioni mobile è iperinflazionata. Troppi sviluppatori stanno cercando di offrire soluzioni innovative , ma per dispositivi anch’essi sovraccarichi di app – sottolineano da Blue Frog Robotics -. Buddy appartiene ad una categoria di prodotti totalmente nuova e la comunità che si sta formando attorno a esso dà grande visibilità ai prodotti degli sviluppatori. Buddy inoltre si basa su Android, e ciò consentirà agli sviluppatori di utilizzare strumenti a loro noti”.

Analogamente il robot Jibo, figlio del genio creativo di Cynthia Breazeal, mette a disposizione un software SDK per gli sviluppatori di app per robot, anche per utilizzo aziendale, che potranno trovare posto nel Jibo store.

App per robot partendo da Robot app store

Un altro punto di partenza per cominciare a sviluppare app per robot e venderle è Robot App Store. Nel sito è possibile trovare tutto l’occorrente per cominciare, compresa la possibilità di scaricare il software di sviluppo messo a disposizione dalle case costruttrici.

Il sito di Robot App Store consente di acquistare una app per robot o di scaricarla gratuitamente (se previsto). L’app può anche essere scaricata direttamente dentro il robot al quale è destinata (per esempio su Nao) , o su pc e smartphone. Il 70% del prezzo di vendita va allo sviluppatore, il 30% resta alla società proprietaria del sito.

App per robot con ROS, Robot operating system

app-per-robot-rosROS, acronimo di Robot Operating System, è il sistema operativo open source che ha cambiato il modo in cui in tutto il mondo si lavora allo sviluppo del software per i robot. Proprio come avvenuto nel mondo dei computer, ROS sta contribuendo a velocizzare la diffusione dei robot e la crescita dell’industria robotica.

ROS è composto da un set di librerie software e strumenti che consentono di realizzare applicazioni per robot.  L’obiettivo è quello di semplificare la creazione di software più o meno complessi e comportamenti per una vasta gamma di piattaforme robotiche, dalle più complesse alle meno costose come Turtlebot o Lego Mindstorms.  ROS è open source e può essere scaricato e installato dal sito ros.org, sul quale viene spiegato, fra l’altro, che può essere utilizzato anche da studenti di tutte le età, dai più piccoli fino agli adulti alle prese con la necessità di dare soluzioni ai problemi più comuni della robotica.

Perché i robot, come è accaduto per i computer anni fa, possano diventare un fenomeno di massa è necessario un altrettanto massiccio numero di sviluppatori, non solo professionisti con molti anni di esperienza alle spalle, ma anche hobbisti, appassionati, studenti, capaci di collaborare anche a distanza di parecchie migliaia di chilometri per dare vita a software e applicazioni per fare dei robot macchine sempre più sofisticate capaci di dare risposta a tutta una serie di bisogni della società.

È la filosofia che ha ispirato learn.turtlebot.com una guida a Turtlebot  kit robot basato su una piattaforma software open source – e all’apprendimento di ROS.

 

Può anche interessarti:

App per il coding, guida alle migliori

Come costruire un robot senza essere uno scienziato

Nao, il prof robot che “insegna” l’informatica

Buddy, il robot open source per le famiglie

Jibo e Buddy, due (social) robot che costano meno di 1000 euro